98zero

Sabato 24 nuovo sciopero dei dipendenti Multiecoplast ad Acquedolci

Acquedolci – Stipendi a singhiozzo per i nove dipendenti  impegnati nella raccolta dei rifiuti ad Acquedolci : sabato, 24 marzo, incroceranno di nuovo le braccia.

I  lavoratori della Mutiecoplast S.r.l. che gestisce, in regime di affidamento per ordinanza, il servizio di igiene urbana nella città, non percepiscono da mesi gli emolumenti, esasperati dal perdurare della criticità, attendono  pertanto la corresponsione di cinque mensilità. Ad annunciare l’astensione dal lavoro , il responsabile della Uil Trasporti, Nunzio Musca , con una missiva inoltrata all’impresa con sede a Torrenova , al primo cittadino Alvaro Riolo, al Prefetto di Messina ed alla Commissione di garanzia legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali di Roma. “Nonostante la raccomandata – afferma il sindacalista Musca- già inoltrata e le iniziative intraprese, a tutt’oggi nè la ditta Multiecoplast , nè il comune di Acquedolci hanno ritenuto opportuno convocare le parti al fine di dirimere la grave situazione in cui si trovano i dipendenti, ormai da troppi mesi, dopo lo sciopero dello scorso martedì”. Niente stipendi per gli oltre 70  lavoratori addetti al servizio di igiene urbana nei comuni dell’Aro di Capo d’Orlando, Capri Leone, Ficarra Torrenova e San Salvatore di Fitalia, che avanzano da sei ad otto mensilità. Le ditte Multiecplast ed “ Eko Servizi”, hanno promesso la corresponsione di una mensilità, mentre  Il sindaco Franco Ingrillì conta di versare alle due società, entro fine mese, gli incassi delle bollette nel frattempo introitate dal comune.