Lo storico carnevale torna con il “Catalettu” e le sue suggestive sfilate

Santa Lucia del Mela – E’ una tradizione che affonda le radici nel 500, al punto da meritare l’iscrizione al Registro delle Eredità Immateriali della Regione Siciliana che, come da convenzione Unesco, punta a salvaguardare il patrimonio culturale delle comunità. Ha forti legami con il passato e animerà il paese per tre giorni. E’ lo storico carnevale luciese che prevede sfilate, degustazioni e spettacoli nei giorni di sabato 10, domenica 11 e martedì 13 febbraio.

Al centro dei riti carnascialeschi ci sarà ’U Catalettu: la morte, il funerale e il rogo di Carnevale che, dopo aver mangiato e bevuto a dismisura, viene accompagnato in un finto corteo funebre dai “babbaluci” e dagli strepiti delle “cianci mottu” (le “prefiche” del mondo antico). Soprattutto nel secondo dopoguerra, “’U Catalettu”, rievocato dopo quarant’anni grazie a ricerche d’archivio e testimonianze orali, rappresentava uno degli appuntamenti centrali del calendario festivo luciese, anche per il valore antropologico che, in un’epoca di austerità, legata per esempio ai pochi mezzi generalmente disponibili per imbandire la tavola, consentiva libertà ed eccessi altrimenti proibiti.

Sempre martedì, nella centralissima Piazza Milite Ignoto, addobbata con le creazioni realizzate dai più piccoli utilizzando materiali di riciclo, verranno premiati i vincitori del quinto concorso dedicato alla “Motoape di Carnevale”, che trasforma il classico mezzo di trasporto delle stradine siciliane in fantasiose opere allegorico-grottesche, protagoniste di una sfilata unica nel panorama regionale.

Tra gli altri appuntamenti, in cartellone domenica il concerto gratuito della band La Coppola Nera e una performance teatrale a cura del Piccolo Teatro, oltre alle sagre di prodotti tipici a cura di Mai.Mone “Sweet Bar” che, nei tre giorni della festa, riproporranno i sapori della tradizione, dai maccheroni ai dolci di Carnevale (i panzerotti di ricotta, le cosiddette “fraviole”, pignolata e chiacchiere). Ospiti di quest’anno anche i “Ragazzi Speciali” dell’Oratorio di Olivarella, impegnati con la realizzazione del pupazzo di Carnevale e dei costumi con i quali sfileranno, e i musicisti della Banda Randisi scherzosamente prestati alla “Funeral Marching Band”.

Protagoniste della manifestazione saranno le due piazze e le principali vie del paese, per un evento corale organizzato dall’Associazione turistico culturale “Blog del Mela” con il patrocinio del Comune, il supporto degli operatori commerciali e il coinvolgimento di tutta la comunità.

Programma:

Sabato 10

Sfilata “I Lapi i Cannaluari” per le vie del paese, sagra e ballo in piazza Inizio:
Piazza Milite Ignoto
Ore 15:00 Presentazione “I Lapi i Cannaluari” ed esibizione dei gruppi. Ore 16:00 Partenza sfilata.

Percorso:
Piazza Milite Ignoto – Piazza Regina Margherita – Via Guglielmo Marconi – Via Cesare Battisti – Via Dante Alighieri – Via Serri – Via Ugo Foscolo – Via Madre Teresa Di Calcutta – Via Roma – Via Umberto I°- Piazza Milite Ignoto.
Ore 18:00 Degustazione del Panino siciliano con salsiccia al forno e cotica di maiale

Domenica 11

Sfilata “I Lapi i Cannaluari” per le vie del paese, rappresentazione teatrale “U spusaliziu” a cura del “Piccolo Teatro”, concerto della band etno-folk “La Coppola Nera” e ballo in piazza
Inizio: Piazza Beato Antonio Franco

Ore 15:00 Presentazione “I Lapi i Cannaluari” ed esibizione dei gruppi.
Ore 16:00 Partenza sfilata.
Percorso:
Piazza Beato Antonio Franco – Piazza Duomo – Via Abbaziale – Via Antonio Scoppa – Piazza San Francesco – Via Giuseppe Garibaldi – Piazza Regina Margherita – Via Guglielmo Marconi – Via Cesare Battisti – Via Umberto I° – Piazza Milite Ignoto.

Ore 18:00 Degustazione della pignolata e delle fraviole a cura di “Sweet Bar” Ballo in Piazza
Ore 18:30 Rappresentazione teatrale
Ore 19:00 Concerto “La Coppola Nera”

Martedì 13

Sfilata “I Lapi i Cannaluari” per le vie del paese, sagra e ballo in piazza finale – Rievocazione storica “U Processu a Cannaluari”, Morte e Rogo
Inizio: Piazza degli Emigranti
Ore 15:00 Presentazione “I Lapi i Cannaluari” ed esibizione dei gruppi.

Ore 16:00 Partenza sfilata.
Percorso:
Piazza degli Emigranti – Via Facciata – Piazza Regina Margherita – Via Guglielmo Marconi – Via Cesare Battisti – Via Umberto I° – Piazza Milite Ignoto.
Ore 18:30 Degustazione dei Maccheroni al sugo a cura di “Sweet Bar” e Ballo in Piazza
Ore 19:00 “U processu a Cannaluari”
Ore 19:30 esposizione del “Catalettu”
Ore 20:00 Corteo funebre con accompagnamento musicale della “Funeral Marching Band”
Ore 20:30 Rogo del pupazzo realizzato da “I Ragazzi Speciali”

Print Friendly, PDF & Email



Articoli Correlati

Close