I sindacati contestano la delibera di giunta sui precari. “Illegittimo il punto 8, discriminatorio e arbitrario”.

Capo d’Orlando – La CGIL FP ha richiesto ufficialmente informazioni e una concertazione in riferimento alla delibera di Giunta sulla “Prosecuzione contratti a tempo determinato e parziale” dei dipendenti del Comune al primo cittadino contestando aspramente il punto n. 8 dell’atto.

“Si ritiene palesemente illegittimo il punto 8 del dispositivo della delibera, scrivono Francesco Fucile segretario generale FP CGIL Messina e Nino Pizzino del Comparto Enti Locali, che prevede di dare atto che il Comune di Capo d’Orlando provvederà all’erogazione degli emolumenti spettanti ai lavoratori successivamente all’accredito delle somme finanziate da parte della Regione Siciliana”.

Secondo i sindacalisti “tale disposizione è discriminatoria ed arbitraria, sia in riferimento alle norme contrattuali vigenti e sia rispetto alle numerose sentenze di condanna, già subite in passato da questo Ente ed emesse dai giudici del lavoro del Tribunale di Patti (con danno erariale per non aver pagato puntualmente i lavoratori a tempo determinato).

Inoltre viene sollecitato un “tavolo tecnico comunale” che abbia come obiettivo prioritario l’attivazione di tutte quelle procedure utili alla definitiva stabilizzazione del personale precario attualmente in servizio presso l’Ente.

Intanto, nonostante quanto riferito dal primo cittadino prima delle vacanze natalizie i precari fanno sapere che “Passato Natale, passato Capodanno ed anche la Befana ma Dicembre ancora, con la tredicesima, non sono stati pagati nonostante le somme dalla regione sono a disposizione del Comune dallo scorso 18 Dicembre”.

Print Friendly, PDF & Email



Articoli Correlati

Close