98zero

Associazione antiracket “Fonte di Libertà” e Carabinieri, un legame sempre più forte

Terme Vigliatore – Martedì 19 Dicembre si è svolta l’Assemblea di fine anno dei Soci dell’associazione antiracket “Fonte di Libertà” aderente alla  Federazione Italiana Antiracket.

Quest’anno l’assemblea ha avuto connotazioni di straordinarietà, si legge in un comunicato stampa dell’associazione, poiché si è svolta alla presenza istituzionale del Capitano dei Carabinieri della Compagnia di Barcellona P.G. Gian Carmine Carusone. I lavori d’assemblea si sono svolti nella sede sociale, sita in via Del Mare a Terme Vigliatore, in un immobile assegnato a Fonte di Libertà dall’amministrazione Comunale. Si è celebrata una riunione costruttiva ed utile a rinsaldare quel rapporto e quella sinergia che ha da sempre legato “Fonte di Libertà” all’Arma dei Carabinieri ed ai suoi rappresentanti del territorio.
“Piccoli e costanti gesti per rigenerare e costruire un clima sociale ispirato alla legalità, che rifiuta i soprusi della criminalità organizzata. Gli stessi minano oltre la libertà d’impresa anche la libertà personale dei singoli individui. Le Associazioni antiracket, si legge nel comunicato, sono il terminale della squadra Stato, hanno un ruolo determinante ed importantissimo sul territorio. Gli apparati dello Stato sono molto vicini a queste associazioni sostenendo sempre un clima di collaborazione ed in esse si ripone molta fiducia. Ognuno secondo il ruolo che interpreta in questo cammino di libertà volto al contrasto dei fenomeni estorsivi e di corruzione, si interroghi nel proprio ambito e raggio d’azione, su come e cosa può fare per essere utile allo Stato ed alla società in cui si vive. Questo il messaggio dell’incontro, che si è concluso con gli auguri del Capitano Carusone, dimostrando la sua grande disponibilità alla collaborazione istituzionale. Ciò al fine di creare le condizioni affinché i tanti imprenditori del territorio, che ancora accettano e subiscono i soprusi e le imposizioni delle mafie, riescano a denunciare ed a porre fine a questo inaccettabile “status quo”. L’assemblea si è conclusa con la considerazione e la consapevolezza che tanto si è fatto nel territorio, liberandolo da tantissimi criminali legati alla famiglia mafiosa “dei barcellonesi” dalle basse e giovani leve fino alle figure più apicali”.
Il fenomeno estorsivo è stato fortemente represso grazie alle denunce degli imprenditori e grazie all’attività incessante delle Forze dell’Ordine e della Magistratura. “A salvaguardia delle conquiste già ottenute, continua l’associazione antiracket, non si pensa minimamente ad abbassare la guardia od a sostenere che l’attività del crimine organizzato sia del tutto debellata nel nostro territorio”.
Per tanto il presidente di “Fonte di Libertà” Benedetto Gianlombardo augurando il buon Natale a tutti i colleghi imprenditori del Comune di Terme Vigliatore e dei Comuni viciniori, invita tutti loro a segnalare qualsiasi gesto o atteggiamento che possa rimandare ad una richiesta estorsiva o ad un tentativo di infiltrazione mafiosa nelle scelte e procedure aziendali.