Arriva la prima sconfitta interna stagionale per l’Umbertina

Castell’Umberto – Quando meno te lo aspetti. Frase che suona bene in base a quanto accaduto ieri alla Polisportiva Umbertina. La partita contro il Rocca di Capri Leone doveva in teoria essere propedeutica ad un’aggancio alla vetta alla classifica e invece matura la prima sconfitta stagionale per la formazione di Castell’Umberto.

Una sconfitta che brucia perché giunta tra le mura amiche dove erano arrivati due successi in altrettante partite. Tutto questo al culmine di un match che si era messo sui giusti binari per la formazione rossonera, abile a sbloccare il risultato già  all’alba del match con Andaloro. Rete giunta sugli sviluppi di un calcio d’angolo , nel quale il mediano umbertino si inseriva perfettamente sul secondo palo, insaccando alle spalle del portiere avversario. Goal del vantaggio che sembrava potesse dare il là ad un’altra affermazione interna  rossonera sulla falsariga di quelle con Treesse e Acqueldoci. Quando però succede l’imprevedibile. Questo perché gli uomini di Fichera, al termine della prima frazione di gioco, subiscono un black out grazie all’uno-due firmato da Protopapa nel giro di pochi minuti che stordisce tutta la squadra rossonera e la tifoseria sugli spalti.

Vani saranno poi gli assalti umbertini nella ripresa, fino a quando non matura la rete del’1-3 realizzata da Milia che mette il punto esclamativo sulla sfida per la formazione ospite. Rocca che rischia poi di dilagare tra le praterie lasciate libere dalla formazione di casa , trovando sulla sua strada il palo colpito da Milia . Nonostante ciò i rossoneri cercano di riaprire il match con Svezia , trovando però tra se e la rete del 2-3 il portiere ospite Caruso , autore di una grande prodezza . Nell’analisi post partita c’è grande soddisfazione in casa Rocca per aver ottenuto un successo di fondamentale importanza , su un campo nel quale la Polisportiva Umbertina aveva costruito gran parte delle proprie fortune in questa stagione. Rovescio della medaglia in casa rossonera , dove c’è delusione e rammarico per come si era messo l’incontro , anche se il karakiri subito non intacca il morale della squadra , già mentalmente con la testa alla partita di domenica prossima, sempre tra le mura amiche, contro il Due Torri , sconfitto malamente in casa dall’altra compagine  di Castell’Umberto: la Sfarandina. E, nello stesso tempo, non pregiudica le speranze play off.

Print Friendly, PDF & Email



Articoli Correlati

Close