“Voti pagati 25 euro per rielezione all’Ars”: indagato Edy Tamajo

Palermo – L’esponente di Sicilia Futura, secondo quanto riportato da quotidiani regionali, che alle recenti regionali ha registrato il maggior numero di preferenze a Palermo, è accusato di associazione a delinquere finalizzata alla corruzione elettorale.

Associazione a delinquere finalizzata alla corruzione elettorale. E questa l’accusa nei confronti di Edy Tamajo, neo deputato regionale siciliano di Sicilia Futura a cui la Procura di Palermo ha notificato un avviso di garanzia. Venticinque euro a voto. Tanto sarebbe bastato, secondo quanto riportano alcuni quotidiani locali, al parlamentare, recordman di preferenze a Palermo, per ottenere la rielezione a Sala d’Ercole.

Tamajo, candidato nella lista Sicilia Futura a sostegno del candidato del centrosinistra, Fabrizio Micari, ha ottenuto alle elezioni del 5 novembre quasi 14mila preferenze che lo hanno incoronato come il parlamentare più votato nel capoluogo siciliano e il terzo in Sicilia. Per l’accusa, però, una parte di quei voti è stata comprata. La Guardia di finanza ha perquisito il suo comitato elettorale e nei prossimi giorni dovrà presentarsi in Procura per essere interrogato.

www.lasicilia.it

Print Friendly, PDF & Email



Articoli Correlati

Close