Il tartufo tra i sapori d’autunno, ecco il programma della quinta edizione

Capizzi – È giunta alla quinta edizione “Il tartufo tra i sapori d’autunno” la manifestazione che si svolge a Capizzi e che quest’anno raddoppia gli appuntamenti con ben due weekend, gli ultimi del mese di ottobre. La cittadina nebroidea sarà lo scenario ideale per tutti coloro che intendono immergersi nella magica atmosfera di un borgo medievale ed assaporare il gusto di prodotti genuini.

I palati dei visitatori saranno allettati dai prodotti preparati dagli espositori: formaggi e provole, salumi, carni bovine e di suino nero, legumi e primi piatti della tradizione locale, funghi, frutta secca, dolci di mandorla tipici. Tra queste prelibatezze e squisitezze a farla da protagonista sarà, ancora una volta, il tartufo dei nebrodi, prezioso tubero dal profumo e dall’aroma penetrante e persistente. Quest’anno, tuttavia, a causa delle condizioni climatiche sfavorevoli (la torrida estate e la carenza di piogge autunnali) le quantità di tartufo, così come dei funghi, potrebbero essere notevolmente inferiori rispetto a quelle degli anni scorsi. Il micologo Giovanni Di Bella che curerà l’allestimento della mostra micologica è comunque fiducioso e spera che negli ultimi giorni possano svilupparsi e maturare funghi e tartufi. Ricchissimo il programma della manifestazione, co vari eventi culturali che si svolgeranno lungo le antiche vie che si dipanano tra i palazzi nobiliari e le chiese del centro medievale. Oltre alla mostra micologica ci saranno concorsi gastronomici e di pastry chef organizzati con la collaborazione di Ristoworld Italy e dell’Istituto Alberghiero di Enna, esposizioni di abiti storici, mostre fotografiche e di lavori artigianali all’interno dei locali dell’ex Collegio di Maria e dell’attigua sconsacrata Chiesa di Sant’Antonio Abate, inoltre anche gare di tiro con l’arco medievale. Si svolgeranno ancora escursioni naturalistiche guidate nel cuore del Parco dei Nebrodi, lungo i sentieri degli antichi carbonai, fino a giungere al Bosco della Tassita, location spettacolare ed unica nel suo genere. Per gli amanti di botanica si potranno osservare gli alberi di tasso presenti, unici in Sicilia, che costituiscono un relitto dell’ultima glaciazione. Gli itinerari storico-artistico-culturali quest’anno risultano ancora più ricchi. All’immancabile visita al Santuario di San Giacomo, alla Chiesa Madre e alla Chiesa di Sant’Antonio di Padova si sono aggiunti due gioielli: il Museo di Arte Sacra, realizzato nell’ipogeo della Chiesa Madre, e Palazzo Russo-Larcan, ove sarà possibile visitare il piano nobile, ricco di stucchi e pitture ornamentali; le esposizioni artistiche Incisioni Sacre tra ‘600 e ‘800 (collezione privata del Prof. Paolo Giansiracusa, titolare della Cattedra di Storia dell’Arte all’Accademia di Belle Arti di Catania) e le opere di Dino Cunsolo, intenso interprete dell’arte barocca siciliana (sculture di arte sacra contemporanea). All’interno del Palazzo saranno proiettati alcuni cortometraggi di Beppe MANNO, il corto “L’orto degli dei” di Giuseppe CALABRESE e “IL GIORNO DEL MURO” di Daniele GRECO, il cortometraggio realizzato durante la festa di San Giacomo 2016, che sarà in concorso alla rassegna internazionale “Saint Louis International Film Festival”, che si terrà dal 02 al 12 novembre nella cittadina di St. Louis, nello Stato del Missouri (U.S.A.), il vincitore della quale parteciperà alla notte degli OSCAR di Los Angeles. Durante tutte le giornate saranno presenti lungo il percorso gruppi folkloristici siciliani, a rendere il clima della manifestazione ancora più festoso; a conclusione di ogni giornata ci saranno dei concerti live: tra gli ospiti previsti “I Figli dell’Officina”, “Le Matrioske”.

Il programma completo della manifestazione, per maggiori informazioni, è possibile reperirlo sul sito istituzionale del Comune o sulla pagina FB Ufficiale della manifestazione.

Print Friendly, PDF & Email



Articoli Correlati

Close