Capodoglio spiaggiato, recuperato e conservato lo scheletro per finalità di studio

Milazzo – Verrà conservato per fini didattici lo scheletro del Capodoglio milazzese. Era lo scorso 23 Giugno quando a Capo Milazzo veniva trovato un esemplare maschio di Capodoglio, dalla lunghezza di otto metri.

Si era arenato ed era morto perché la sua pinna caudale si era impigliata su di una rete da pesca.
Un avvenimento non usuale per la città del capo, che aveva destato non poco stupore. In un primo momento si era deciso di lasciare in loco i resti dell’animale, attendendo la decomposizione.

Lo scheletro è stato ripulito in situ dalla carne in decomposizione ed è stato recuperato dal biologo milazzese Carmelo Isgrò (autore del libro “Guida alla Natura di Capo Milazzo”), con l’appoggio del conservatore del Museo della fauna dell’Università degli studi di Messina. Sarà proprio quest’ultimo ente a custodire il materiale prelevato così da poterlo utilizzare in futuro per fini didattico-scientifici e di ricerca.

Il sindaco Giovanni Formica, auspica di poter trovare presto un adeguato spazio espositivo dove raccogliere il materiale naturalistico legato alla natura di Milazzo.

Print Friendly, PDF & Email



Articoli Correlati

Close