E’ scontro in Consiglio su bilancio e piano triennale. La minoranza tiene alta l’attenzione

Capri Leone – Seduta di Consiglio Comunale lunga ed “animata” fra il gruppo di maggioranza ed il gruppo di opposizione quella svoltasi lo scorso 4 agosto.

I un comunicato stampa il gruppo di minoranza consiliare “Progetto Futuro” spiega quanto accaduto nell’ultima seduta del Consiglio Comunale, soprattutto quando si è discusso del Bilancio di previsione e del piano triennale delle opere pubbliche.

Di seguito il comunicato stampa dell’opposizione consiliare:

“Molti i punti all’ordine del giorno trattati, tra questi anche le interrogazioni al Sindaco formulate dalla minoranza alle quali lo stesso non ha dato ancora risposta esauriente in quanto ha richiesto ai dirigenti gli atti necessari per poter dare pieno riscontro alle interpellanze. Per la richiesta della diretta streaming delle riunioni di Consiglio Comunale, sia il Sindaco che la Presidente, oltre ad avere accolto favorevolmente la nostra proposta, hanno assunto formale impegno per la sua attuazione sin dal prossimo Consiglio. È, invece, sul Bilancio di Previsione e sul Piano Triennale delle Opere Pubbliche che la discussione si è infuocata dando origine ad una consistente controversia fra la Presidente del Consiglio e il gruppo di opposizione. Il documento finanziario che è lo strumento primario su cui poggia lo sviluppo economico e sociale
di una comunità, che avrebbe dovuto segnare il “cambio di passo”, si è rivelato, invece, privo di nuova programmazione e scarso d’investimenti.

La maggioranza, per la fretta di deliberare il cartellone delle manifestazioni del mese di agosto, avrebbe voluto liquidarlo velocemente, elencando soltanto una sequela di numeri senza eseguire un’analisi dettagliata delle principali voci di spesa palesando inadeguatezza ed impreparazione di fronte alla richiesta di delucidazioni da parte dell’opposizione. La minoranza ha bocciato, quindi, lo strumento finanziario ritenendolo lacunoso, inaffidabile, privo di lungimiranza, “fotocopia” ed “ostaggio” dell’eredità della precedente amministrazione. Anche sul Piano Triennale delle Opere Pubbliche l’opposizione ha incalzato la maggioranza in quanto a causa dell’assenza del tecnico comunale non è stata in grado di riferire nè l’ordine prioritario delle opere pubbliche da realizzare nel programma annuale, tanto meno il loro stato di progettazione. Su questo punto, l’esperienza amministrativa del gruppo di opposizione ha evidenziato con quanta approssimazione è stato redatto il Piano tanto che esso è risultato carente e difforme ai dettami del decreto assessoriale D.G. n° 74 del 10 marzo 2015.

La minoranza, infatti, ha richiesto che la delibera approvata con i soli voti della maggioranza in palese violazione di legge, fosse trasmessa all’Assessorato Regionale Autonomie Locali e alla Corte dei Conti in quanto, nel rispetto del proprio ruolo istituzionale, non verrà mai meno al proprio compito di verifica, segnalando senza indugio alle competenti Autorità eventuali situazioni di irregolarità e di illegittimità amministrativa”.

Firmato Il Gruppo “Progetto: Futuro”

Print Friendly, PDF & Email



Articoli Correlati

Close