“Notte di cultura e musica” per ripercorrere la processione “ru vutu” del 1723

Mistretta – Si è svolta il 7 agosto la “Notte di cultura e musica” organizzata con grande entusiasmo dall’associazione “Amastra Fidelis”.

La manifestazione di alto spessore culturale ha avuto come obiettivo la visita guidata del percorso della prima processione di San Sebastiano detta “ru vutu” del 17 agosto del 1723. I numerosi partecipanti si sono riuniti presso il Santuario della Madonna dei Miracoli e da qui hanno seguito per tutto il percorso le spiegazioni della guida storica Nella Faillaci e la descrizione artistica delle chiese di Santina Rondine.

“L’evento è un momento per poter riflettere e approfondire su come nasce questo culto e in quale contesto storico” dice Santina Rondine, tradizione appunto nata in un momento di grave difficoltà per la comunità mistrettese afflitta e devastata dalla peste. “Negli atti dell’archivio storico – spiega sapientemente Nella Faillaci – si legge che il Comune ha finanziato la festa perché San Sebastiano ha salvato Mistretta dal morbo contagioso. La comunità quindi si impegnava a riproporla ogni anno come atto di fede”. Un voto quindi degli amastratini per una pestilenza che aveva toccato anche il borgo amastratino ma che ebbe breve durata rispetto a quella degli altri paesi negli anni precedenti. La caratteristica della processione era che doveva avvenire in breve tempo passando per i vari lazzaretti, dove venivano tenuti gli ammalati in quarantena. Anche le soste presso i lazzaretti dovevano avere brevissima durata per evitare il contagio. Nasce da qui la tradizionale corsa della festa di San Sebastiano. Finita la visita guidata è stato spiegato il fercolo dei Li Volsi dall’arch. Angelo Pettineo, e per concludere la serata un momento musicale con i ritmi jazz dei “Freres 5tet” presso via Cairoli. Grazie alla bellissima manifestazione di cui l’associazione “Amastra Fidelis” va fiera, i tanti partecipanti hanno potuto scoprire molti segreti della processione di San Sebastiano e tanti significati di un corteo processionale le cui radici storiche sono state tramandate fino ai giorni nostri.

Print Friendly, PDF & Email



Articoli Correlati

Close