4 denunciati a Mistretta. Uno per porto abusivo di scure

Mistretta – Nel corso di un servizio straordinario finalizzato a contrastare fenomeni di criminalità e di illegalità, lo scorso weekend, i carabinieri della locale compagnia hanno passato a setaccio il territorio denunciando 4 persone, per vari reati, alla Procura della Repubblica di Patti.

I reati contestati dai militari dell’Arma sono: “porto abusivo di coltello di genere vietato” ad un disoccupato trovato in possesso di un coltello con di lunghezza di 19 centimetri;  “porto abusivo di manganello” di ferro dalla lunghezza di 62 centimetri, ad un altro soggetto; “porto abusivo di scure” ad un giovane di Pettineo; violazione della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno nel comune di Mistretta” ad un pregiudicato di Mistretta sorpreso fuori dal proprio domicilio, oltre l’orario consentitogli. Un giovane di Tusa è stato invece segnalato alla Prefettura di Messina per violazione dell’art. 75 DPR 309/90.  A seguito di perquisizione personale, al ventenne, fermato a bordo di una moto 125, veniva trovato in possesso di due grammi di hashish. Al giovane e stata ritirata la patente di guida.

Nello specifico:

  • R.G., nato a Cefalù del ‘92, ivi residente, celibe, disoccupato, per il reato di “porto abusivo di coltello di genere vietato”, poiché veniva trovato in possesso di un coltello della lunghezza complessiva di cm 19;
  • C.G. nato a Palermo del ‘91, residente a Termini Imerese, celibe, per il reato di “porto abusivo di manganello”, il quale veniva trovato in possesso di un manganello in ferro  della lunghezza complessiva di cm 62;
  • C.S., nato a Mistretta del ‘92, residente a pettineo, per il reato di “porto abusivo di una scure”,  il quale veniva trovato in possesso di una scure avente lama di  cm 8 e manico in legno di cm 60.
  • C.N., nato a  Mistretta, del ‘71, ivi residente, pluripregiudicato, per “violazione della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno nel comune di mistretta”, poiche’ sorpreso fuori del proprio domicilio oltre le ore 21.00, in violazione delle prescrizioni impostigli.
Print Friendly



Articoli Correlati

Close