Un agente di Patti in servizio a Caltanissetta salva giovane da suicidio. Voleva lanciarsi da viadotto

Patti – La Polstrada di Caltanissetta scongiura studente a lanciarsi da un viadotto. Pattese uno degli agenti che ha sventato il proposito fatale di un giovane studente universitario, pronto a porre tragicamente fine alle sue angosce.

Non si tratta, purtroppo, di vicende isolate. La scia di suicidi annovera in sole tre settimane il caso della studentessa di Napoli e dello studente di Roma, che ha ceduto a soli 3 esami da sostenere sui 28 già superati. Sopravvissuta invece, per quanto triste rimanga la vicenda, la studentessa lanciatasi lo scorso 28 marzo dal quarto piano di una palazzina a Messina.

Il caso di Caltanissetta avrebbe potuto allungare la triste lista, ma il provvidenziale intervento della Polstrada ha scongiurato il peggio.

Gli agenti della Sez. Polizia Stradale di Caltanissetta, per l’appunto il pattese Andrea Miragliotta, assistente capo, e gli assistenti Fabio Lo Presti e Salvatore D’Amico, hanno salvato la vita a un giovane nella morsa della disperazione.

Durante il loro servizio di vigilanza stradale dello scorso 12 aprile, un’auto lungo il viadotto Jaculia ha insospettito gli agenti che, vedendo lo sportello lato passeggero spalancato e una persona scavalcare il guard-rail, non hanno esitato ad attraversare a piedi l’intenso traffico fino a raggiungere il giovane nel senso opposto di marcia.

Trattenuto di peso per farlo desistere e scansato il peggio, i poliziotti sono riusciti ad instaurare un dialogo confortevole con quel giovane rivelatosi affranto dalle fatiche universitarie e dalle esasperate ambizioni dei nostri tempi. Nell’attesa del personale specializzato, gli agenti hanno avvicinato telefonicamente anche i familiari, nell’intento di non lasciar solo, in futuro, quel ragazzo probabilmente reso fragile da una società patologicamente competitiva.

(Nella foto al centro il pattese Andrea Miragliotta)

Print Friendly, PDF & Email



Articoli Correlati

Close