Pesantissime accuse contro i secondini del carcere Pagliarelli da un giovane detenuto di Torrenova. Ecco la lettera integrale

Torrenova – “Trattato come un animale e con parolacce anche verso i miei gentori che, come diceva, la colpa è di questi bastardi che ti hanno messo al mondo. Aiutatemi se continua così mi tolgo la vita. Papà denuncia tutto alla Procura di Palermo e vai dai carabinieri di Sant’Agata Militello”.

Una lettera inviata ai genitori per farla arrivare alla procura della repubblica di Palermo e scritta da Aldo Cucè, giovane torrenovese detenuto al Pagliarelli di Palermo dove vengono riportate pesantissime accuse ai “secondini”.

“Mi sbattono contro il cancello ibn ferro e contro i muri trascinandomi come un sacco facendomi sbattere contro spigoli e sporgenze” scrive nella lettera Aldo Cucè che denuncia continua aggressioni sia fisiche che psicologiche nei confronti.

Di seguito le foto della lettera scritta da Aldo Cucè:

Print Friendly



Articoli Correlati

Close